5 Dicembre 2011

Condominio: comunque tenuto a contribuire alle spese di riscaldamento chi si stacca dal centralizzato


Il condomino che si stacca dall’impianto di riscaldamento centralizzato perché
ha installato una caldaia è tenuto a contribuire alle spese del condominio anche
se il consumo di carburante non è aumentato per gli altri.
Lo ha sancito la
Corte di cassazione che, con la sentenza n. 25354 del 29 novembre 2011, ha
respinto il ricorso di un condomino che si era rifiutato di contribuire alle
spese di riscaldamento centralizzato perché aveva installato nel suo
appartamento una caldaia.
In realtà l’operazione non aveva provocato un
danno al condominio ma neppure un risparmio di spese, anzi un aggravio, perché
il consumo di carburante non era diminuito, anzi, aumentato.
Osserva il
Collegio che la Corte d’Appello ha giustamente ritenuto che, a seguito del
distacco delle unità immobiliari dall’impianto di riscaldamento centralizzato,
si era verificato un aggravio di spesa per gli altri condomini, anche se rimasta
invariata la quantità di carburante utilizzata per l’impianto condominiale.
Infatti gli stessi condomini, non essendovi un risparmio di consumo energetico,
dovevano ripartire tra loro il medesimo esborso in precedenza condiviso
pro-quota con il condomino, subendo così un aggravio di spesa.

11.11.29 Cassazione 25354 distacco riscaldamento