14 Aprile 2014

Così la consultazione anonima di Sicid e Siecic. Dal 26 maggio scambio messaggi curatore-giudice


Vademecum Processo Telematico

14.04.14 Ministero Giustizia Portale Processo Telematico

 

Si avvicina il d-day processo telematico obbligatorio. Mentre è già in corso il conto alla rovescia verso il 30 giugno, il ministero della Giustizia la nuova versione della documentazione sui servizi web esposti dal Ministero, disponibile a questo link, che rende disponibile la consultazione in formato «anonimizzato» dei fascicoli dei registri Sicid e Siecic, vale a dire i sistemi informativi del contenzioso civile distrettuale e per le esecuzioni civili individuali e concorsuali (la documentazione è qui disponibile come documento correlato). Sarà inoltre disponibile da lunedì 26 maggio il servizio per lo scambio messaggi tra curatore fallimentare e giudice delegato. Dal Movimento Forense, poi, arriva una guida completa al processo civile telematico (la pubblicazione avviene sotto l’egida della sezione di Frosinone: l’interessante e-book, a cura dell’avvocato Monica Ricci, è anch’esso disponibile come documento correlato).

Attività e implementazione
Via Arenula pubblica dunque la nuova versione della documentazione sui servizi web, con evidenziate in giallo le parti innovative e i servizi non ancora disponibili. Sono le sigle che identificano i sistemi informativi utilizzati dagli Uffici Giudiziari. Nel punto di accesso l’archivio Siecic è identificato dalla scritta “Esecuzioni individuali e concorsuali” ed è suddiviso nei registri: procedure concorsuali, esecuzioni immobiliari, esecuzioni mobiliari. Il Sicid è identificato come “Contenzioso civile e diritto del lavoro” ed è suddiviso nei Registri: contenzioso civile, diritto del lavoro, volontaria giurisdizione. Il servizi di scambio messaggi tra curatore fallimentare e giudice delegato consentono di consultare i messaggi inviati dal magistrato all’organo concorsuale e di replicare alle comunicazioni: la fruizione dei servizi avviene tramite l’esposizione di un web-service nell’infrastruttura Soap implementata dal gestore locale. La guida pratica realizzata dall’avvocato Ricci offre, tra l’altro, il vademecum per il deposito telematico dei seguenti atti: ricorso per decreto ingiuntivo; comparsa di costituzione e risposta; memorie ex art. 183 n. 6 Cpc; comparsa conclusionale e replica istanza di ammissione al passivo fallimentare