27 Gennaio 2020

Danni da infiltrazioni provenienti dal lastrico solare di proprietà esclusiva, ne rispondono per un terzo il proprietario e per due terzi il condominio


Il caso. Il ricorrente, proprietario esclusivo della terrazza di copertura dell’edifico condominiale e locatore dell’appartamento ad essa immediatamente sottostante, ha impugnato la sentenza della Corte d’Appello che lo ha condannato a risarcire al locatario di tale appartamento un terzo dei danni patiti per le infiltrazioni d’acqua piovana provenienti dal lastrico, ponendo i restanti due terzi a carico del condominio.

Il ricorso. Il ricorrente, fra l’altro, ha impugnato la pronuncia di secondo grado perché a suo avviso la circostanza di essere proprietario esclusivo del lastrico solare non inciderebbe sull’attribuzione di responsabilità dei danni sofferti dall’abitazione sottostante, dovendo essere chiamato a rispondere di questi il solo condominio.

L’ordinanza. Il Collegio ha rigettato il ricorso, ritenendo la doglianza destituita di qualsivoglia fondamento giuridico, poiché:

  • conformemente a quanto già chiarito dalla stessa Corte di Cassazione, Sezioni Unite Civili, sentenza numero 9449 del 10 maggio 2016, “in tema di condominio negli edifici, qualora l’uso del lastrico solare (o della terrazza a livello) non sia comune a tutti i condomini, dei danni da infiltrazioni nell’appartamento sottostante rispondono sia il proprietario, o l’usuario esclusivo, quale custode del bene ai sensi dell’art. 2051 c.c., sia il condominio in forza degli obblighi inerenti l’adozione dei controlli necessari alla conservazione delle parti comuni [qual’è il lastrico solare, poiché svolge la funzione primaria di copertura dell’edificio, n.d.r.] incombenti sull’amministratore ex art. 1130, comma 1, n. 4 c.c., nonché sull’assemblea dei condomini ex art. 1135, comma 1, n. 4, c.c., tenuta a provvedere alle opere di manutenzione straordinaria …”;
  •  il suddetto concorso di responsabilità, dev’essere risolto, di norma, , eccettuata la rigorosa prova contraria delle specifica imputabilità soggettiva del danno ad uno solo dei soggetti obbligati, in base ai criteri di cui all’articolo 1126 del Codice civile.

34490367