28 Novembre 2011

Imprenditore responsabile del furto in appartamento se i suoi ponteggi hanno creato un facile accesso ai ladri


11.11.28 Corte di Appello di Roma – Responsabilità Imprenditore x ponteggi doc_sentenza_59436

 

L’imprenditore è responsabile del furto in appartamento se, col suo
comportamento negligente nella gestione dei ponteggi ha creato una facile via di
accesso per i ladri. Di sicuro è necessaria le rimozione, a fine di ogni
giornata lavorativa delle scalette di collegamento fra i piani.
Lo ha
stabilito la Corte d’Appello di Roma che ha ribaltato la decisione del Tribunale
dando ragione a una signora che si era vista svaligiare la casa da ladri saliti
dal ponteggio. In particolare la donna, sulla quale grava l’onere della prova
del danno, è riuscita a dimostrare il comportamento negligente dell’appaltatore.

Infatti, con riguardo al danno derivante per il furto consumato da persona
introdottasi in un appartamento avvalendosi dei ponteggi installati per i lavori
di riattazione dello stabile, deve essere affermata la responsabilità, ai sensi
dell’art. 2043 cod. civ., dell’imprenditore che per tali lavori si avvale dei
ponteggi ove, trascurando le più elementari norme di diligenza e di perizia, e
così la doverosa adozione di cautele idonee ad impedire l’uso anomalo delle
dette impalcature e violando, quindi, il principio del “neminem laedere”, abbia
(colposamente) creato un agevole accesso ai ladri ponendo in essere le
condizioni del verificarsi del danno (nella specie, si trattava di un furto
preceduto da un precedente furto in altro appartamento, in seguito al quale
l’amministratore del condominio aveva espressamente richiesto alla impresa che
eseguiva i lavori di installare una illuminazione notturna del ponteggio e di
rimuovere, al termine della giornata lavorativa, le scale di collegamento tra i
diversi piani del ponteggio).