10 Maggio 2012

L’amministratore apre il conto, il condominio risponde dello scoperto: sì all’ingiunzione della banca


L’amministratore condominiale non solo può aprire un conto corrente bancario senza l’autorizzazione dell’assemblea ma in un certo senso deve farlo perché è obbligato a evitare confusione fra il suo patrimonio personale e l’ammontare dei contributi versati dai singoli proprietari. Inutile dire che dello scoperto del conto rispondono i condomini e che è perfettamente valido il decreto ingiuntivo ottenuto dalla banca per rientrare dal “profondo rosso”. Il placet dell’assemblea serve soltanto per l’eventuale apertura di credito. Né può esservi manleva a carico dell’amministratore se i fondi sono stati utilizzati non a scopi personali ma per spese inerenti il condominio. È quanto emerge dalla sentenza 7162/12, pubblicata il 10 maggio dalla prima sezione civile della Cassazione.

Operazione glasnost
Inutile per il condominio cercare di “mettere in mezzo” l’ex amministratore. Anche se non c’è una norma che lo mette nero su bianco, l’amministratore può ben decidere di aprire un conto corrente bancario su cui far affluire i contributi condominiali senza passare per l’assemblea. Se infatti è vero che l’amministratore rappresenta il condominio nei limiti delle attribuzioni stabilite dall’articolo 1130 Cc, risulta altrettanto pacifico che egli gode di ampia autonomia, e può sicuramente anticipare fondi per effettuare pagamenti a favore di terzi. C’è addirittura chi ipotizza un’irregolarità a carico del professionista che non apre un conto corrente ad hoc per il condominio. E questo pare fuor d’opera. Ma un’esigenza di trasparenza e di informazione impone che ciascun condomino possa costantemente verificare la destinazione dei propri esborsi e la chiarezza e facile comprensibilità dell’intera gestione. Nella specie, fra l’altro, i condomini erano a conoscenza dell’esistenza del conto in quanto chiamati dall’amministratore a farsi carico dello scoperto. Cosa che dovranno fare ora che è confermato il decreto ingiuntivo, con l’aggravante delle spese di giudizio.

12.05.10 Cassazione 7162 Amministratore autorizzato all’apertura del conto corrente senza delibera assemblea