23 Dicembre 2011

Legittima la delibera che consente ai condomini di lavare le auto in un’area comune


È legittima la delibera assembleare che consente ai condomini di lavare le auto
in un’area comune. In questo modo non viene compromesso l’uso individuale del
bene. Lo ha sancito il Tribunale di Vicenza che ha respinto il ricorso di due
condomini contro la deliberazione circa l’utilizzo delle aree comuni limitrofe
all’edificio. I due proprietari hanno impugnato la decisione lamentando la
violazione delle previsioni normative di cui all’articolo 1102 del codice
civile, circa l’uso della piazzola condominiale, in particolare per il lavaggio
delle auto.
La Corte di merito, invece, ha ritenuto che la decisione presa
in sede assembleare è stata pienamente rispettosa delle previsioni normative di
cui all’articolo 1102 del codice civile in quanto, “senza introdurre distinzioni
qualitative, consente a tutti i condomini di fare parimenti uso della cosa
comune secondo una modalità di utilizzo diffusa e non sacrifica posizioni
individuali dei singoli condomini in quanto tali, al di là di quelli che sono
gli usuali limiti di utilizzo derivanti dalla promiscuità del bene, per quanto
gli stessi non debbano tradursi in comportamenti meramente emulativi”. Per
questo motivo la prima sezione civile ha dato il via libera al lavaggio
dell’auto in cortile, stabilendo la legittimità della delibera, perchè prevede
la possibilità, riconosciuta in favore di tutti i condomini, di utilizzare allo
stesso modo una determinata area condominiale.

11.12.23 Tribunale di Vicenza 15.16 Delibera lavaggio auto in cortile